PRESENTAZIONE


Le principali differenze in termini di regolamento rispetto al tennis, a parte le dimensioni ridotte del campo (metri 13,90 x 7), la maggiore altezza della rete (1,27 al centro), l’assenza dei quadranti del servizio, la presenza di griglie per l’esecuzione del servizio, l’utilizzo delle racchette “Tom Caruso Hero 43” o “Artengo PR700 junior” e delle palline “Wilson Starter Red Stage 3” o “Artengo TB700 Giallo-Rosso”, sono le seguenti:

– Il giocatore che raggiunge il limite dei 30 punti con almeno 2 punti di scarto ottiene il set;

– il giocatore che perde il punto ha diritto al servizio.

– il giocatore il cui cognome ha precedenza alfabetica sull’altro è per tutta la durata dell’incontro il giocatore cui si riferisce il primo dei due punteggi annunciati dall’arbitro al termine di ogni punto.

– il giocatore che serve ha a disposizione un solo servizio;

– immediatamente prima di cominciare il movimento del servizio, il giocatore che serve deve stare in posizione di riposo con entrambi i piedi all’interno della griglia. Deve poi lanciare con una mano la palla in qualsiasi direzione e colpirla con un diritto o con un rovescio prima che tocchi terra. La palla deve rimbalzare prima nella propria metà campo e poi nel campo giusto del lato opposto.

– il giocatore al servizio (o, in doppio, il compagno del giocatore al servizio) non può eseguire di volo il colpo successivo al servizio;

– i giocatori cambiano lato del campo quando la somma dei loro punteggi è pari a 10 o multipli di 10 e al termine di ogni set.

Buon gioco!

Francesco Gazzè
Delegato Nazionale ASI Citytennis